Cap. 7 – Serenità

La calma della mente è uno dei bei gioielli della saggezza. È il risultato di un lungo e paziente sforzo di autocontrollo.
La sua presenza è un’indicazione di esperienza maturata, e di una conoscenza non ordinaria delle leggi e delle operazioni del pensiero.

L’uomo diventa calmo nella misura in cui capisce sé stesso come un essere evolutosi con il pensiero.

Poiché una tale conoscenza ha bisogno della comprensione degli altri come il risultato del pensiero, e dato che lui sviluppa una comprensione giusta, e vede sempre più chiaramente le relazioni interne tra le cose di azioni di causa ed effetto, smette di lamentarsi, infuriarsi, preoccuparsi e addolorarsi.

Rimane posato, saldo, sereno.

L’uomo calmo, avendo imparato a governare sé stesso, sa come adattarsi agli altri. E gli altri in cambio ammirano la sua forza di spirito.

Sentono di poter imparare da lui e si affidano a lui. Più un uomo diventa tranquillo, maggiore sarà il suo successo, la sua influenza, il suo potere per fare il bene.

Persino il comune commerciante vedrà crescere in prosperità i suoi affari man mano che svilupperà un maggiore autocontrollo e una maggiore serenità d’animo, poiché le persone preferiranno sempre avere a che fare con un uomo il cui contegno è imparziale.

L’uomo forte e calmo è sempre amato e onorato. È come un albero che offre la sua ombra in una terra riarsa, o una roccia che ripara durante una tempesta.

Chi non ama un cuore tranquillo? Una vita dolce ed equilibrata? Non importa che il tempo sia brutto o bello, o quali cambiamenti subiscano queste persone benedette da questi doni, poiché sono sempre serene e calme.

L’aspetto squisito del carattere che chiamiamo serenità è l’ultima lezione della cultura. È la fioritura della vita, i frutti dell’anima.
È preziosa come la saggezza – più desiderabile dell’oro zecchino. Quanto appare insignificante la ricerca del denaro in confronto con una vita serena.

Una vita che risiede nell’oceano della verità, sotto le onde, oltre il punto in cui può essere toccata dalle tempeste, nella calma eterna!

Quante persone conosciamo che avvelenano le proprie vite, che spazzano via tutto ciò che è dolce e bello con temperamenti esplosivi, che distruggono il oro carattere e si fanno il sangue cattivo!

La questione è se la grande maggioranza delle persone non rovina la propria vita e guasta la sua felicità per mancanza di autocontrollo.

Quante poche persone incontriamo che sono ben equilibrate, che hanno quella squisita sicurezza che è tipica dei caratteri completi?

Sì, l’umanità è sovraccarica di passioni incontrollate, è un tumulto di dolore senza controllo, è spiazzata dall’ansia e dal dubbio.
Solo l’uomo saggio, solo colui i cui pensieri sono controllati e purificati, fa sì che i venti e le tempeste dell’anima gli obbediscano.

Anima spazzata dalle tempeste, ovunque ti trovi, in qualunque circostanza tu viva, sappi questo: nell’oceano della vita, le isole della beatitudine sorridono e il lido soleggiato del tuo ideale aspetta il tuo arrivo.

Tieni le tue mani salde sul timone del pensiero. Nel nucleo della tua anima reclina il Comandante; non fa che dormire, sveglialo.
L’autocontrollo è forza. Il pensiero giusto è maestria. La calma è potere.

Dici al tuo cuore: “Pace. Sii saldo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *