Conversazioni con l'inconscio

Seminario
Data: 1 Luglio 2018 10:00

Luogo: Hotel Ibis Styles Varese

Conversazioni con l’inconscio

Il linguaggio analogico della tua Emotività

Solo se impariamo a dialogare con l’inconscio possiamo scoprire la parte più intima di noi stessi per usarla a nostro vantaggio.

Dialogare con l’inconscio è importante, ma non sappiamo il perché, né in che modo farlo. Approfondiamo allora questo concetto e scopriamo l’importanza di imparare a dialogare con l’inconscio.

Il titolo di questo seminario ci fornisce una precisa indicazione: noi tutti esercitiamo la nostra influenza sul mondo attraverso l’inconscio. È questo il motivo per cui è indispensabile imparare a dialogare con l’inconscio, per fare in modo che riusciamo a creare coscientemente la nostra realtà.

Vediamo però prima come tutto questo funziona.

Se hai letto la mia prima opera “Inside and Outside – Libro Primo” sai già che siamo in effetti costituiti da due parti che interagiscono tra di loro: la mente conscia, che riceve tutti gli impulsi dal mondo esterno e che elabora i pensieri attraverso il cervello, che è la sede della nostra mente e la mente inconscia, che altro non è che il nostro Vero Sè, la parte spirituale del nostro essere.

A me piace paragonare la mente umana ad un computer ed effettivamente le differenze non sono poi molte. Il linguaggio macchina usato dai computer è binario, cioè 1 e 0, nel cervello il sistema binario è dato dai pensieri e dalle parole, pensa al famoso dialogo interno che facciamo in continuazione tutto il giorno per svariati motivi.

Dal computer puoi cancellare i dati per poi riscriverli ma restano nascosti sino a quando quello spazio non verrà riscritto. Nel cervello è più o meno uguale, con la differenza che se al computer riscrivi i dati questi si danneggiano e diventano irrecuperabili, i dati del cervello anche quelli più nascosti puoi sempre recuperarli.

Ovviamente questo è un paragone che ha senso se non ci sono ostacoli fisici, nel senso che se manca un pezzo di cervello o in presenza di un grave trauma questo paragone non ha più senso. Credo che lo stesso valga per il computer.

Ecco questa tecnica che sto per illustrarti funziona più o meno come un software di recupero dati per computer. Tu potresti diventare il tecnico che recupera i dati cancellati, corrotti, sovrascritti, danneggiati e correggerli, ripristinarli o semplicemente visionarli.

Pulsante Prenota ora il tuo posto 2CON SOLO 27,00 €

Questa particolare comunicazione con la nostra parte emotiva (con parole difficili) consiste nell’essere uno strumento non fine a sé stesso, ma funzionale al soddisfacimento del desiderio reale piuttosto che di quello presunto dell’immagine ideale, creato dai condizionamenti.

In pratica (con parole semplici) vai dritto al punto. Ti faccio un esempio: se il tuo desiderio ideale (presunto) è quello di andare a Roma e sei in auto, il desiderio reale è quello di viaggiare. Infatti per questo motivo la tua istanza inconscia farà di tutto per soddisfare quel desiderio e forse ti farà sbagliare strada o prendere magari percorsi più lunghi e lenti per restare in quello status quo il più possibile.

Un altro esempio potrebbe essere una persona che ti piace, la desideri e pensi che sia la persona ideale per te… appunto, ideale! La tua istanza razionale urla forte che vuole questa persona, ma la tua istanza inconscia desidera il corteggiamento e farà in modo che questo duri il più possibile.

Lo sanno molto bene quei maschietti che con le ragazze a loro “indifferenti” riescono senza problemi a conquistarle, mentre quando si trovano davanti alla donna dei loro sogni iniziano a balbettare e fare tutto ciò che non devono.

Altro esempio potrebbero essere gli amanti. Durante il periodo vissuto alla chetichella si giurano amore eterno, sognando di lasciare i rispettivi consorti e vivere la loro storia d’amore alla luce del sole. Ma difficilmente succede, perché il loro desiderio reale, cioè quello inconscio, è l’amore segreto, la trasgressione.

Potrei farti centinaia di esempi, ma in sostanza quello che veramente ci fa muovere, agire, nel bene e nel male è il desiderio reale. Dobbiamo prenderne consapevolezza, capire effettivamente quali sono i nostri desideri, necessità e aspettative reali.

Solo così possiamo provare a gestire ed eventualmente capovolgere la situazione.

L’importanza di imparare a dialogare con l’inconscio.

Il dialogo con l’inconscio che stai per imparare deve diventare per te un atto consapevole giornaliero. Questo ti permette di affrontare la quotidianità in equilibrio e di comprendere con la pratica i tuoi limiti e superarli se lo vorrai.

L’inconscio si esprime liberamente ed è privo dei meccanismi di difesa che invece ha la parte logica. Cosa che accadrebbe se ti facessi delle domande di cui dovresti rispondere razionalmente, proprio a causa di complessi e condizionamenti, cioè sensi di colpa, rimorsi, rancori inespressi, ecc.

L’istanza inconscia non ha età, razza, preferenze politiche o sesso, lei/lui semplicemente è la tua parte più potente e allo stesso tempo più delicata. Nel procedimento che imparerai, in base a quello che ti appena rivelato ti consiglio perciò di trattare con lei/lui come se fosse un bambino, il tuo bambino.

Quindi proprio come un bambino è semplice, si esprime in modo elementare: SI o NO, mi piace o non mi piace, vero o falso. Ovviamente non può comprendere termini di deduzione logica come: positivo o negativo, meglio o peggio e altri termini che potrebbero essere comunque soggettivi, quindi razionali.

Pulsante Prenota ora il tuo posto 2CON SOLO 27,00 €

Perdonami se sono prolisso nella spiegazione ma voglio essere sicuro che tu comprenda bene i concetti base. Questo non solo ti aiuterà a capire e praticare bene il dialogo con la tua istanza emotiva, ma ti aiuterà anche a comprendere bene i concetti base della comunicazione emotiva di cui parlo nel libro “Inside and Outside – Libro Primo”.

Benché lo scopo di questo seminario sia di “Imparare a dialogare con l’inconscio”, in effetti già lo facciamo, tutti i momenti, semplicemente perché attraverso questo dialogo impartiamo continui ordini al nostro inconscio.

La nostra mente cosciente è la parte di noi che elabora pensieri e convinzioni attraverso l’idea del mondo che si è fatta.
Capite qual è il problema? In questo ambito infatti, per una mente non risvegliata la fanno da padrone le innumerevoli false convinzioni che abbiamo appreso dai nostri genitori, dalla scuola, dai nostri conoscenti, ecc.

Qual è il problema? Semplice, il problema è che, siccome siamo all’oscuro di come il meccanismo della creazione funziona, non siamo in grado di dialogare con l’inconscio in modo corretto e lasciamo che queste credenze vadano a dare dei ‘comandi sbagliati’ all’inconscio, che non può fare altro che obbedire, influenzando così in modo caotico la nostra realtà.

È allora di fondamentale importanza che prendiamo il controllo della nostra mente e dei nostri pensieri, al fine di essere in grado di dialogare con l’inconscio in modo corretto.

Questo è il motivo per cui in diversi articoli ho scritto che una mente caotica e non controllata porta inevitabilmente ad una realtà caotica, rendendoci apparentemente succubi degli eventi esterni.

Il nostro ‘esecutore’ interno, che è la nostra parte inconscia, non discuterà e prenderà per buone tutte le credenze elaborate inviategli dalla mente conscia.

E dato che è in stretta comunicazione con il nostro Vero Sè, che è dotato di una potenza infinita, renderà manifeste nella realtà tali credenze.

Un esame dei vostri pensieri coscienti vi dirà molto sullo stato della vostra mente interiore, sulle intenzioni e le aspettative. I vostri pensieri infatti, una volta esaminati, vi permetteranno di vedere dove state andando. Ciò che esiste nel mondo è prima di ogni cosa nei pensieri e nelle emozioni. Non c’è altra regola.

Impariamo allora a dialogare con l’inconscio per prendere il controllo della nostra vita. Solamente se saremo in grado, attraverso la conoscenza dei meccanismi sottostanti (alla quale questo seminario tenta di dare un contributo) e soprattutto attraverso la pratica costante, allora potremo davvero prendere le redini della nostra vita e guidarla verso ciò che davvero ci aggrada, facendoci finalmente uscire dalla prigione nella quale ci siamo incatenati da soli.

Con questo seminario voglio aiutare più persone possibili a risvegliarsi e ad uscire dall’attuale stato di ipnosi che viviamo. Purtroppo i principali responsabili di questo stato sono i nostri genitori che, inconsapevoli a loro volta, motivati dall’amore, plasmano la nostra formazione con ricatti, proiezioni, frustrazioni, condizionamenti.

È allora di fondamentale importanza che prendiamo il controllo della nostra mente e dei nostri pensieri, al fine di essere in grado di dialogare con l’inconscio in modo corretto.

Vieni, la libertà ti sta aspettando, valle incontro!

 numero telefono mobile

Contributo partecipazione:

Il contributo di partecipazione è di: € 77,00 per singolo
€ 27,00 alla prenotazione e saldo del contributo il giorno dell'evento € 50,00

Luogo:

Hotel Ibis Styles Varese
Via Arnaldo Fusinato, 35, 21100 Varese VA, Italia

Orari:

Ora inizio seminario 10:00

Pausa pranzo 13:00 - 15:00

Ora termine seminario 19:00

Totale ore 7

La prenotazione è obbligatoria.

Pulsante Prenota ora il tuo posto girl

 

Posti disponibili
108
Numero di posti
120
Telefono
342 356 52 86
Email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sito internet
Contributo:
Euro 77,00
Coffee break
Offerto da noi
Luogo
Via Arnaldo Fusinato, 35, 21100 Varese VA, Italia

 

Altre date


  • 29 Luglio 2018 10:00
  • 1 Luglio 2018 10:00

Powered by iCagenda

BannerBot