Mercoledì, 17 Ottobre 2018 18:48

Le maschere dell’uomo …e le sue ferite

La maggior parte delle persone vivono le loro esperienze a livello logico-razionale e quando queste sono ritenute non conformi dall’istanza logica, a seconda del proprio sistema di credenze o valori, vengono vissute nella non-accettazione, ovvero nel giudizio, nel senso di colpa, nella paura, nel rimpianto o in altre forme di non-accettazione.

Pubblicato in Comunicazione Emotiva
Martedì, 28 Agosto 2018 12:18

Dio ci odia tutti!

La guida definitiva alla colpa, i cinque tipi di senso di colpa

Per quanto riguarda il senso di colpa, Freud era l'esperto, ma certamente non aveva un angolo sul mercato. Il senso di colpa si presenta in molte forme, ma quando tutto è stato detto e fatto, può essere ridotto ad un gruppo di cinque tipi di base. Imparerai cosa sono questi cinque tipi, ma prima diamo un'occhiata a come gli psicologi definiscono la colpa.

Pubblicato in Comunicazione Emotiva
Martedì, 01 Maggio 2018 14:30

Pietro Sangiorgio

IMG 5626Pietro Sangiorgio, autore della collana "Inside and Outside - Comunicare dentro e fuori" studioso del comportamento umano, di Comunicazione persuasiva, Comunicazione non Verbale, Programmazione Neuro Linguistica presso NLP ITALY e Psicologia Analogica presso l'Istituto di Psicologia Analogica e di Ipnosi Dinamica - CID CNV.

Il CID-CNV Istituto di Psicologia Analogica e di Ipnosi Dinamica® è una libera associazione scientifica e culturale senza scopo di lucro che è stata fondata nel 1978 da Stefano Benemeglio.

La Mission dell’istituto è quella di divulgare e promuovere le Discipline Analogiche messe a punto dal fondatore, attraverso corsi di formazione, seminari, conferenze, convegni, eventi e pubblicazioni. Lo studio delle teorie messe a punto da Stefano Benemeglio permettono al singolo fruitore di migliorare la qualità della propria vita in ambito privato, sociale e in ogni tipo di relazione che ciascuno di noi intreccia nella propria esistenza. Un altro baluardo della sua attività, rappresentativo della sua Vision, è quella di incrementare la cultura propria di molteplici professioni al fine di aumentare la capacità comunicativa che li contraddistingue e che rappresenta il cuore pulsante della sua attività.

Attraverso la sua opera l’istituto vuole formare dei veri e propri esperti in comunicazione analogica capaci di interpretare il linguaggio emotivo proprio e altrui, ossia quella parte del linguaggio che la cultura predominante ci spinge a non considerare ma che rappresenta l’essenza di ogni rapporto umano. I percorsi formativi messi in campo dal CID-CNV si rivolgono a medici, psicologi, operatori sociali, operatori sanitari, educatori formativi, venditori, manager, liberi professionisti, oltre che al singolo individuo che vuole fare della cultura analogica un vero e proprio stile di vita.

La Comunicazione Analogica
    La Comunicazione Analogica è l’insieme di sistemi comunicativi emozionali che fa di un segno, un gesto, un comportamento, una parola un potente strumento di comunicazione efficace, per relazionarci con il mondo e capire le reali esigenze di noi e degli altri. La capacità di comunicare è uno dei più importanti strumenti che la natura e la cultura ci forniscono, non soltanto per vivere la nostra vita, ma addirittura per sopravvivere, anche se la sua reale importanza emerge solo quando un avvenimento limita tale capacità.

Ipnosi Dinamica
    Le tecniche dell'Ipnosi dinamica® permettono di far passare subliminalmente - al di sotto quindi del controllo logico dell'Io cosciente - una serie di microtensioni che, per le loro particolari caratteristiche sfuggono al controllo della censura razionale. In questo modo si può arrivare alla causa (antefatto) di un problema o di un disagio anticipando i tempi della soluzione.

Filosofia Analogica
    La Filosofia Analogica di Stefano Benemeglio riconosce all’istanza inconscia una vera e propria intelligenza emotiva che agisce in base al suo principio cardine: l’analogia. Questa prospettiva si configura come strettamente legata a quello che chiamiamo “reale emozionale dell’individuo”, inteso come l’insieme dei turbamenti vissuti nel tempo passato e presente che appaiono fra loro connessi per il tramite del meccanismo dell’analogia. Per comprendere tale affermazione è sufficiente analizzare i turbamenti stessi: essi si configurano come i motivi a causa dei quali l’individuo non riesce a raggiungere la serenità e la felicità tanto agognate, proprio perchè incapace di far tacere il passato e le emozioni ad esso ricollegabili.

La Fisioanalogia
La fisioanalogia, ultima creatura frutto dei più recenti studi di Stefano Benemeglio, focalizza l’attenzione sulla relazione che unisce mente e corpo nello sviluppo delle somatizzazioni e della malattia fisica, la cui interpretazione è stata ed è tutt’oggi oggetto di un numero sempre più ampio di discipline che popolano il panorama del benessere e della salute. L’innovazione di cui è portatore l’approccio benemegliano è il distaccarsi nell’analisi della malattia ricercando le cause che ne sono responsabili effettuando una vera e propria indagine nel passato emozionale dell'individuo.

Pubblicato in Staff
Mercoledì, 13 Dicembre 2017 15:35

Genesi di un libro "Inside and Outside"

Immagino che tu abbia acquistato una copia di “Inside and Outside”; quindi rilassati e concentrati nella lettura, perché hai fatto il primo passo per diventare un ottimo comunicatore persuasivo, migliorando così la tua vita e raggiungere il tuo scopo, qualsiasi esso sia. Sappi comunque che rimane solo una guida e, nonostante i risultati strabilianti che otterrai, non può in nessun modo sostituire un corso in aula, in quanto ambiente dove potrai scoprire tantissime altre tecniche che non possono assolutamente essere insegnate tramite un libro o una guida.

Pubblicato in Comunicazione Emotiva
Lunedì, 23 Ottobre 2017 16:42

Il Carisma (tratto da "Inside and Outside")

(estratto del libro "Inside and Outside")

Il carisma è una dote dall’aura religiosa, una capacità magnetica di attrarre, convincere, persuadere, affascinare. Già la parola ha un suono bizantino, è il potere innato di influenzare gli altri. Di dominarli, anche, con la magia dello sguardo, dei gesti, dell’autorevolezza, di ciò che si dice e come.

Il primo fattore su cui lavorare è il potere. Non parlo di avere un ruolo di prestigio o di una posizione, parlo di atteggiamento, una combinazione tra sicurezza di sé, linguaggio del corpo, espressione del viso, voce. Il vero potere non è quello che hai davvero, bensì è come gli altri ti percepiscono.

Pubblicato in Comunicazione Emotiva

I pregiudizi sono sempre dannatamente pericolosi. Ci bloccano la mente, impedendoci di crescere o di trovare soluzioni efficaci ai nostri problemi. Succede purtroppo in ogni ambito della nostra vita. Sono infatti tante le persone che hanno dei pregiudizi verso qualcosa o qualcuno. E questo finisce spesso per danneggiare la loro esistenza e quella delle persone a loro care.

Pubblicato in Comunicazione Emotiva
Domenica, 15 Gennaio 2017 17:49

Qual'è il tuo problema?

Sui problemi piccoli e grandi della vita sono stati scritti libri e persino girati film e rappresentazioni teatrali. È quindi riduttivo basarsi solo su ciò che scriverò in questo breve articolo; cercherò di essere essenziale, di fornire il quadro e di dare spunti di riflessione

Una vita senza problemi apparentemente potrebbe sembrare migliore, in realtà sarebbe una vita piatta. I problemi devono sussistere e le aspettative anche, come l’esigenza di vincere, altrimenti l’uomo non sa di cosa godere.

Il problema nasce quando il problema diventa troppo grosso, ossia quando quel qualcosa che ci ha sollecitato il desiderio non può essere posseduta, oppure quando quel qualcosa la possediamo e non la desideriamo ed è qui che nasce il problema.

Pubblicato in Comunicazione Emotiva
Giovedì, 15 Dicembre 2016 16:48

Tu cosa stai rifiutando?

L’altra sera sono uscito a cena con una mia cara amica. Benché abbia apprezzato l’ottima compagnia e il ristorante, al mio rientro a casa mi sentivo un po' scarico.

Poi riflettendo sulla serata, mi sono reso conto che abbiamo passato la maggior parte della serata a parlare del mio nuovo percorso lavorativo, per lo più era lei a pormi domande sulla comunicazione analogica e la psicologia analogica in generale e nonostante il suo apparente interesse alla materia, la mia amica si era rivelata brillante nello smontare qualsiasi libro, concetto, metodo o approccio comunicazionale di cui io avessi letto, studiato o sentito parlare.

Pubblicato in Comunicazione Emotiva

Una donna che si annoda i capelli su un dito, giocherella con l’anello o con la collana, una persona che si gratta la nuca, un sopracciglio, che si accarezza il collo, si aggiusta un polsino, o che apre o chiude la giacca e numerosi altri comportamenti simili, sono tutti segnali che produciamo di continuo, centinaia di volte al giorno. Tutto ciò lo facciamo quasi interamente senza rendercene conto e senza l’intenzione di tramettere alcunché.

Solitamente nelle nostre interazioni quotidiane ignoriamo e giudichiamo questi segnali senza alcun senso, purtroppo però questo non significa che questi segnali non vengano colti e che non producano effetti. Questo processo avviene per lo più, al di fuori della nostra consapevolezza.

Perché questo succede?

Pubblicato in Comunicazione Emotiva