TRATTO DA “Inside and Outside – Libro Secondo – Dentro le Tipologie"

Come sai, se hai letto i precedenti articoli, da bambini tutti assegniamo inconsciamente un ruolo ai genitori. Nei primi mesi di vita riconosciamo nel padre o nella madre colui o colei che non ha rispettato questo ruolo. Nell'infanzia della donna EGO FEMMINA viene istintivamente riconosciuta nella figura paterna il genitore conflittuale. Nella figura materna, invece, l'EGO FEMMINA vede il genitore "buono".

Non ha però conservato intatto l’aspetto “genitoriale”. Nel periodo dell’adolescenza sono intervenuti altri fattori a modificare la sua struttura psicologica. In particolare, prima dei 10-12 anni, ha sofferto perché delusa dal genitore materno.

Pubblicato in Comunicazione Emotiva

TRATTO DA “Inside and Outside – Libro Secondo – Dentro le Tipologie"

Nota: se hai letto “Inside and Outside – Libro Primo - Comunicare dentro e fuori” potresti notare delle apparenti incongruenze, questo perché in questo secondo volume si analizzano le tipologie più in profondità e secondo i vari aspetti emotivi dell’individuo. Sicuramente incontrerai dei termini nuovi che per il momento ti potrebbero sembrare incomprensibili. Seguendo gli articoli che pubblicherò di seguito e magari leggendone altri pubblicati in precedenza sarai sempre più illuminato.

Pubblicato in Comunicazione Emotiva

Istinti e pulsioni sono dei “moventi” inconsapevoli e innati che condizionano la condotta umana.
“Innati” perché si tratta di comportamenti selezionati in milioni di anni di evoluzione come vantaggiosi per la specie umana, e di conseguenza fanno parte del nostro patrimonio genetico.
“Inconsapevoli” perché hanno un alto grado di automaticità, non sono cioè innescati dall’Io razionale.

Pubblicato in Comunicazione Emotiva
Martedì, 14 Marzo 2017 09:37

Il modello del comportamento umano

Prima di tutto voglio cercare di definire e inquadrare il modello del comportamento umano, di cui la volontà è solo una delle manifestazioni, per rispondere ad alcune domande fondamentali:

Come e perché facciamo quello che facciamo?
Come mai spesso non facciamo quello che diciamo di voler fare?
Cosa significa volere una cosa?

Pubblicato in Comunicazione Emotiva
Mercoledì, 30 Novembre 2016 16:39

Io bambino, inconscio, istinto… o geometria?

Sin dalla nascita, le figure significative sono indubbiamente i genitori che a prescindere dal loro comportamento occuperanno per tutta la vita dell’individuo un posto di rilievo per l’inconscio.
L’origine della conflittualità con uno o l’altro genitore si forma sin dai primi giorni di vita (oserei dire anche prima...) nel grembo materno. Ovviamente questa conflittualità è nella percezione dei genitori da parte del bambino. Quello che voglio intendere è che è sempre la percezione del bambino a decidere il genitore conflittuale.

Pubblicato in Comunicazione Emotiva

BannerBot